Qualcosa su There e un po’ di musica

there

Alcuni giorni fa ho scoperto un romanzo edito da Mondadori. Il titolo è “There”, scritto da Leonardo Patrignani. Ecco di cosa parla…

È passato quasi un anno dalla mattina in cui la madre di Veronica è stata uccisa per mano di un folle. La vita della ragazza è finita quel giorno e le sue notti da quel momento sono tormentate da una frase incomprensibile che la madre ha cercato di dirle prima di morire. Ora vive sola in un monolocale e le sue giornate si susseguono monotone e uguali, grigie come la periferia in cui vive. Finché, una notte, Veronica si trova nel mezzo di un incendio che distrugge una pompa di benzina. Sembra solo un tragico incidente, fino a quando un giornale pubblica in rete le immagini di una telecamera a circuito chiuso che ha ripreso la scena. Veronica non è presente nel filmato. Eppure ricorda. Ha visto tutto nei minimi dettagli. Ha visto anche quella persona allontanarsi mentre le fiamme divampavano. E la vedrà ancora. Veronica si mette nelle mani di Raymond Laera, un vecchio ed enigmatico studioso delle esperienze pre-morte, e del suo giovane e brillante allievo, il neurochirurgo Samuele Mora. Ha bisogno di capire cosa le sta succedendo, di trovare delle risposte anche a costo di intraprendere un cammino al confine tra la vita terrena e l’aldilà. E se questo è un modo per riabbracciare la madre, per sentire la sua presenza, lei è pronta ad andare fino in fondo. Perché forse è l’unica via per demolire la stanza in cui è murata. Per tornare a vivere.

Attratto dalla copertina e dalla trama l’ho comprato. Presto vi farò sapere le mie impressioni, per adesso posso dirvi che m’intriga.

Veniamo anche alla musica, che spesso mi accompagna durante le letture o mentre scrivo le mie storie. Oggi vi presento un compositore: Nick Murray, e una delle musiche che fa parte di Singularity. Qui non servono parole, basta solo ascoltarla.

Ah, ultima cosa. “Dreamworld – Io, Katy e Lupo” viaggia verso una futura pubblicazione. Il mio lavoro di revisione è terminato. Adesso aspetterò che un editore voglia crederci e dargli una possibilità per farlo leggere ai futuri lettori.

Buona settimana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...