Qualcosa su Io, Katy e Lupo (6° Parte)

ch47

Si ritrovò davanti a un tizio, che lo squadrava dall’alto in basso. Aveva l’espressione seria, concentrata. “Ti hanno spiegato quello che ci aspettiamo da te?”. In mano teneva una radio con cui era collegato alle altre unità, il distintivo era semi nascosto dal risvolto della giacca. La radio emise un fruscio, poi una voce disse: Signore, tutte le squadre si stanno appostando. Appena saremo pronti, vi ricontatteremo, passo.

Senza smettere di fissarlo, l’uomo rispose per radio: “Non abbiamo tutto il giorno, dannazione! Vi voglio al vostro posto nel giro di tre minuti. Chiudo!”. Si presentò: “Sono l’Agente Speciale Dan Rowe, scusa se ti sono sembrato scortese” e gli porse la mano abbozzando un sorriso, “ma quando ci chiamano per queste cose e abbiamo poco tempo per farle…”.

Donovan gli strinse la mano, cercando di sembrare di stare a suo agio.

Nel piazzale erano rimasti solo alcuni uomini in borghese. Le unità armate si erano spostate lungo l’ansa del lago. Questa operazione doveva essere più complicata del previsto.

“Non c’è problema” rispose Donovan, “capisco quello che state facendo.”.

Dan Rowe guardò da un’altra parte, vicino alla ruota anteriore del mezzo da cui era uscito Lupo: “Quello è il tuo cane?” chiese.

“Sì, lui è Lupo”, l’husky corse da Donovan e si mise seduto al suo fianco.

“Allora dovresti fargli annusare questo” disse, prendendo dalla tasca un panetto di C4, “E’ un esplosivo che crediamo useranno per il motoscafo, chissà che il tuo cane…”.

“Ho capito!” disse Donovan. Si chinò a terra e prese dalle mani dell’agente quell’oggetto. “Lupo, guarda cosa ho in mano!”. Lupo annusò l’esplosivo dalla forma rettangolare e dal colore grigio scuro, poi guardò in faccia Donovan e scodinzolò. “Trova!” urlò Donovan liberandolo dal guinzaglio, il cane abbaiò un paio di volte e corse verso il pontile, perdendosi fra la gente.

Donovan e Lucy, seguiti dagli agenti, s’incamminarono tra la folla.

* * *

Sto completando le correzioni al romanzo, quindi non pubblicherò spesso come nei giorni scorsi. Comunque mi piace lasciarvi dei brevi estratti presi un po’ a caso.

Sono certo che un giorno potrete leggere il romanzo dall’inizio alla fine. E magari vi piacerà pure.

Buona giornata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...