Ultime letture di gennaio

Iliade Z

Ed eccoci qui a scrivere un altro post: il primo di quest’anno. Al momento non sto scrivendo molto ma presto ricomincerò a farlo: ho un romanzo da terminare e un po’ di lettori che lo aspettano da molto molto tempo. E anche io sono impaziente di leggerne la fine.

Oggi vi parlerò di un paio di libri. Uno di questi l’ho appena terminato di leggere in formato digitale e lo potrete acquistare anche in formato cartaceo…

http://www.amazon.it/Iliade-Z-Igor-Zanchelli-ebook/dp/B018HF471C/ref=pd_sim_351_3?ie=UTF8&dpID=41jFQE96RcL&dpSrc=sims&preST=_UX300_PJku-sticker-v3%2CTopRight%2C0%2C-44_AC_UL160_SR114%2C160_&refRID=1T4Z2EHC4E172BA8CKEE

 

Eccovi la sinossi.

L’assedio della città più famosa della letteratura è avvenuto in tempi oramai remoti. Ma chi dice che non possa accadere nuovamente, magari in un futuro appena dietro l’angolo? Iliade Z è proprio questo: una nuova Troia, una nuova guerra. Due schieramenti opposti in un futuro post-apocalittico infestato dai morti viventi. In Italia, un domani oramai non distante, il mondo sarà molto diverso da come lo conosciamo. La civiltà sarà caduta ed una delle piaghe più temute dall’uomo moderno, quella degli zombie, infesterà la Terra e ne decimerà la popolazione. Un nuovo Omero si appresta a raccontarci una storia di eroi, folli ed astuti strateghi, dove Achille significa forza bruta ed Ulisse astuzia, Agamennone complotti e Briseide amore. Paride scatenerà una guerra per Elena e Menelao, feroce, lo inseguirà con un intero esercito per scontrarsi contro le mura della città di Priamo, guardianata dal temibile Ettore. La storia si ripete. La guerra torna, inesorabile, e la morte cammina per le strade. Affamata.

Il libro Iliade Z è una storia scritta a più mani, da gente che scrive per passione da molto tempo. E’ stato un esperimento studiato e maturato nel tempo: personalmente mi ha fatto passare due pomeriggi piacevoli, incollato al mio lettore e-book. Sette autori che impersonano altrettanti personaggi. Scritto in prima persona, con diversi stili differenti, sono riusciti a costruire una trama che ricalca quella dell’omonimo libro, traslandola in un futuro dominato dalla morte che cammina sulla terra. Lo consiglio a tutti gli appassionati di horror e anche a chi volesse leggere una storia scritta bene, intrigante, e mai banale.

SAMSUNG

E adesso veniamo ad un altro argomento, sempre legato alla lettura e sempre sul genere horror. Con piacevole sorpresa, in una Feltrinelli della capitale, mi sono imbattuto in un libro che pensavo di ordinare. Mi riferisco a Apocalisse anno 10, scritto da Nicola Furia e di cui ho letto il primo libro: Diario di guerra contro gli zombie. Quest’ultimo l’ho letto anni fa e l’ho apprezzato molto, soprattutto per come l’autore l’aveva impostato, anche per i personaggi e l’insolita location: Rieti.

Tornando al piacevole ritrovamento, sono felice di averlo acquistato in una libreria e di averlo visto tra altri libri editi dalle più grandi case editrici. Adesso è in coda di lettura ma presto sarà il suo turno.

Per ora è tutto. Buona lettura!

 

Annunci